Mese: Maggio 2021

implantologia dentale Roma

Implantologia dentale Roma: informazioni utili e costi

Avrai già sentito parlare di implantologia dentale ma forse non sai bene in cosa consiste questo tipo di intervento. Nel corso di questo articolo, ti aiuteremo a fare chiarezza in merito cercando, per quanto possibile, di far luce anche su un altro aspetto di questo argomento, cioè: implantologia denti prezzi.

Il nostro studio dentistico DentistArt si trova a Roma, in zona San Paolo, e nasce dall’unione di medici competenti, ognuno specializzato in un ambito della cura dei denti. Tra i vari servizi, ci occupiamo anche di implantologia dentale a Roma.

Ma che cos’è l’implantologia dentale?

Tecnicamente la definiamo come quella branca dell’odontoiatria che, attraverso degli impianti osteointegrati, va a sostituire uno o più elementi dentali naturali mancanti. Questi impianti serviranno poi come sostegno ad uno o più denti e persino a intere protesi fisse su impianti.

Quindi, è grazie all’implantologia dentale che è possibile ripristinare esteticamente e funzionalmente i denti assenti.

Impianti dentali: vantaggi e durata nel tempo

Quando si presenta la necessità di riabilitare un dente mancante, le possibilità tra cui il dentista può scegliere sono diverse e ognuna è idonea a un tipo di situazione specifico. Tra queste opzioni, l’impianto dentale è una delle soluzioni più durature ed è formato da tre elementi: la vite endossea, che replica la funzione della radice dentale; il moncone, la parte che unisce la vite con la protesi; la protesi dentaria che replica il dente mancante.

L’impianto dentale presenta sicuramente dei vantaggi rispetto ad altre soluzioni come la durata che, quasi sempre, è a vita.
Altri aspetti positivi degli interventi di implantologia dentale sono sicuramente il fatto che, gli impianti dentali non hanno alcun effetto sugli altri denti (diversamente, per esempio, dal ponte dentale che utilizza altri denti come sostegno); inoltre, gli impianti dentali consentono al paziente di ripristinare totalmente i denti mancanti senza alcuna differenza visibile rispetto alla dentatura originaria.

Implantologia denti prezzi: qualche indicazione

Nel nostro lavoro è davvero difficile stabilire il prezzo di un intervento senza avere un quadro chiaro e preciso della situazione del paziente. Ogni persona presenta problematiche diverse e non esiste una sola strada da seguire che possa essere idonea per più persone. Nonostante ciò, proveremo a dare un’indicazione generale del prezzo per gli impianti dentali ma ancora prima di fare questo, vogliamo darti un consiglio prezioso.

Sappiamo bene che il costo per le cure del dentista a volte può spaventare, soprattutto quando i prezzi giungono alle nostre orecchie tramite terze persone e non grazie ad un confronto diretto con un dentista di fiducia che conosca la nostra condizione.

Il primo grande consiglio che vogliamo darti è quello di non cercare un dentista economico Roma pensando di poter ottenere un risultato ottimale pur risparmiando. Il prezzo di determinati interventi dipende molto anche dai materiali scelti ed è normale che i materiali migliori abbiano prezzi più alti; d’altro canto, garantiscono anche una migliore durata nel tempo e un risultato eccellente.

Quindi, cerca un dentista che sia esperto, affidabile e competente, non economico, altrimenti potresti rischiare di aver speso i tuoi soldi per un risultato finale che non ti soddisfa.

L’indicazione che possiamo darti in tema di implantologia dentale Roma (ma non solo a Roma, la potremmo estendere in tutta Italia) è un costo compreso tra i 1.500 euro e i 3.000 euro per un impianto dentale per un dente, compresa la corona.

Se l’impianto interessa un’intera arcata, allora il costo oscillerà tra un minimo di 5.000 euro fino ad un massimo di 30.000 euro (in base alle esigenze e alla situazione del paziente).

Il punto di partenza è sempre e solo uno: la prima visita. Solo dopo un’analisi approfondita dei tuoi denti, il dentista potrà capire di cosa hai bisogno e dirti, con precisione, quale sarà la spesa che dovrai sostenere.
Quindi, fai il primo passo: prenota ora la tua visita nel nostro studio dentistico Roma, DentistArt!
Chiama il numero 06.45502180, saremo lieti di accoglierti nel nostro studio e trovare insieme la soluzione ideale per il tuo sorriso da 10 e Lode!

otturazioni dentali

Informazioni sulle otturazioni dentali e costi

Le otturazioni dentali sono parte dell’odontoiatria conservativa, la branca odontoiatrica che comprende tutti quegli interventi volti a conservare la dentatura originaria del paziente.
Questo tipo di intervento è la soluzione ideale in tutti quei casi in cui un evento patologico come la carie abbia eroso il dente solo in parte; difatti, quando la carie è più grave, l’otturazione non è sufficiente e il dentista dovrà optare per altre soluzioni.
In merito alle otturazioni dentali, una delle domande più frequenti riguarda il prezzo: molti pazienti cercano in rete “otturazioni dentali costi” e quando si recano da noi non hanno ben chiaro quale sia il reale prezzo di questo intervento. Certamente non si può stabilire un prezzo standard poiché ogni caso è a sé, possiamo però darti una fascia di prezzo indicativa per le otturazioni dentali che va da un minimo di 80 euro a un massimo di 250 euro. Questo è lo stesso costo che vale anche nella nostra zona e quindi è approssimativamente il risultato che troverai digitando “costo otturazione Roma”.

Ma in base a cosa si stabilisce il costo otturazione dentale?
Innanzitutto, il prezzo dipende per gran parte dal materiale utilizzato che è differente se l’otturazione è provvisoria o definitiva. Nel caso di un’otturazione odontoiatrica definitiva si usano materiali molto resistenti e che garantiscono una certa durata nel tempo, come le resine composite o i cementi vetroionomerici.

Un’altra questione che spesso preoccupa molti dei nostri pazienti è se l’otturazione dente sia dolorosa: possiamo tranquillizzarti dicendoti che non lo è affatto. Quando è necessario fare un’otturazione, il primo passo sarà pulire la parte del dente intaccata dalla carie; dopo, si riempirà questa cavità creata dall’evento patologico attraverso l’otturazione, in modo tale da riabilitare il dente sia da un punto di vista funzionale, sia morfologico. Non si tratta di un intervento complicato ma a volte può richiedere l’anestesia locale.

Cosa succede se la carie è troppo estesa?

Quando la carie erode una porzione abbondante del dente, l’otturazione dente non può bastare. In questi casi la carie potrebbe aver colpito il tessuto pulpare e il dentista dovrà procedere con interventi di altro tipo come la terapia canalare o devitalizzazione.
La devitalizzazione dentale è fatta di diversi passaggi: si inizia accedendo alla camera pulpare, si continua con la pulizia degli spazi endodontici e si conclude con la sigillatura tridimensionale delle struttura del canale, attraverso l’utilizzo di una gomma termoplastica o di un cemento canalare autoindurente. Alla fine, si procede con una radiografia di controllo, dopo la quale si potrà continuare con la ricostruzione dentale.
È proprio in questi casi che il dentista utilizza un’otturazione dente provvisoria nell’attesa di installare il perno a sostegno della futura ricostruzione dei denti.

DentistArt: otturazioni dentali a Roma

Provi un gran fastidio su un dente quando entra in contatto con sostanze calde o fredde? Potrebbe trattarsi di una carie.
La carie va curata il prima possibile poiché, solo con un intervento tempestivo, sarà possibile ripristinare perfettamente il dente intaccato dalla carie con un’otturazione dente.
Come abbiamo visto, se la carie si aggrava le otturazioni dentali non possono bastare e bisognerà optare per operazioni più importanti.
Se sospetti una carie, contattaci subito e prenota la tua visita presso il nostro studio dentistico a Roma.
Chiama il numero 06 45502180 oppure contattaci tramite il modulo dedicato che trovi sul nostro sito: ti aspettiamo!

faccetta dentale

La faccetta dentale, soluzione innovativa per un sorriso perfetto

Avere un bel sorriso da sfoggiare fieramente è un legittimo desiderio di tutti: spesso, un sorriso danneggiato può farci provare forti disagi, soprattutto quando siamo con gli altri. La cosa più importante è comprendere che non c’è nulla di cui vergognarsi: quasi nessuno nasce con un sorriso perfetto, anzi, la maggior parte delle persone deve ricorrere, sia in età adolescenziale che in età adulta, a trattamenti più o meno importanti che possano migliorare l’aspetto estetico ma anche la funzionalità dei denti. Quindi, se anche tu provi una sensazione di disagio perché il tuo sorriso non è proprio come lo vorresti, non devi preoccuparti: le soluzioni sono tante e molto spesso meno complicate di quello che si potrebbe pensare!
Ad esempio, se il tuo problema riguarda l’estetica del sorriso (il colore, la brillantezza, la posizione dei denti) dovresti raccogliere informazioni in merito alle faccette dentali.
Probabilmente avrai già sentito parlare della “faccetta dentale” ma forse non sai di preciso in cosa consiste questa soluzione volta a migliorare l’estetica e la funzionalità dei tuoi denti. Oggi, in questo articolo, vogliamo spiegarti cosa sono le faccette dentali e quali sono i principali vantaggi di questa tecnologia.

Cosa sono le faccette dentali e quali vantaggi hanno

Le faccette dentali – chiamate anche veneers – sono sottilissime lamine fatte di ceramica o composito. Presentano uno spessore davvero minimo, paragonabile a quello delle lenti a contatto. Le faccette dentali vengono incollate sulla parte esterna dei denti dell’arcata superiore e/o di quella inferiore con lo scopo di migliorare l’estetica del sorriso del paziente ma non solo.
Quali sono i principali aspetti positivi delle faccette dentali?

  • Non sono invasive
  • Conservano la salute della nostra dentatura
  • Sono biocompatibili, cioè rispettano i tessuti delle gengive e i denti adiacenti
  • Sono resistenti
  • Ti consentono di ottenere denti dritti e bianchi
  • Correggono gli spazi fra i denti
  • Hanno una perfetta adesione

Proprio così: queste sottilissime faccette sono in grado di apportare grandi benefici ai nostri denti in termini di allineamento, forma, brillantezza, colore e posizione. Difatti sono anche utili per coloro che desiderano riallineare i denti ma senza l’utilizzo dell’apparecchio ortodontico o dei dispositivi di ortodonzia invisibile.

Indicazioni d’uso delle faccette dentali

Le faccette dentali, come molti altri dispositivi e trattamenti, non sono indicate per tutti allo stesso modo: ad esempio, nelle ragazze di età inferiore ai 16 anni e nei ragazzi che non abbiano ancora superato i 18 anni è preferibile utilizzare le faccette dentali non in ceramica ma in resina composita. Questo suggerimento nasce per un motivo molto semplice: la resina composita è un materiale che può essere modificato e anche rimosso molto semplicemente nel corso del tempo, al contrario della ceramica e quindi si adatta ai pazienti più giovani che sono più predisposti ai cambiamenti.

In linea generale la faccetta dentale è un trattamento che ben si adatta alle persone che:

  • Desiderano un miglioramento estetico immediato del proprio sorriso
  • Hanno bisogno di riallineare i denti ma non vogliono ricorrere all’ortodonzia fissa, mobile o invisibile
  • Presentano denti discromici o macchiati
  • Necessitano di un allungamento degli elementi dentali troppo corti
  • Vogliono eliminare i diastemi, ossia gli spazi fra i denti
  • Hanno il desiderio di coprire denti storti o inclinati

Faccette dentali per denti dritti e bianchi: come funziona e quante sedute sono necessarie?

Nel nostro studio dentistico a Roma – DentistArt il tempo necessario per l’applicazione delle faccette dentali è di tre settimane ed è così suddiviso: la prima visita, il mock-up odontoiatrico, l’applicazione delle faccette provvisorie e, infine, l’installazione delle faccette definitive.

Durante la prima visita faremo foto e radiografie, e prenderemo le impronte preliminari necessarie a studiare la soluzione ideale per te.
Poi, procederemo con il mock-up, ovvero, attraverso delle faccette provvisorie rimovibili otterremo un’anteprima del risultato definitivo: in questa fase è fondamentale la comunicazione con il paziente insieme al quale concorderemo le eventuali modifiche da fare. Alla fine di questo appuntamento, faremo una foto dell’anteprima provvisoria da prendere a modello per le faccette definitive.
Nell’appuntamento successivo avverrà la presa dell’impronta e la cementazione delle faccette dentali provvisorie in resina, infine, dopo dieci giorni circa, procederemo con l’applicazione delle faccette definitive (in composito o in ceramica).

Una volta concluso il lavoro di installazione delle faccette dentali definitive, raccomandiamo un primo controllo a distanza di una settimana e, in seguito, ogni sei mesi.
Ovviamente, durante il controllo semestrale procederemo anche con l’igiene dentale ma è davvero importante la collaborazione del paziente per preservare le faccette dentali e farle durare a lungo nel tempo. Quindi il paziente dovrà avere cura della propria igiene dei denti quotidiana e rispettare i controlli periodici come indicato dal proprio dentista di fiducia.

Scegli le faccette dentali per un sorriso splendente

Come ti abbiamo detto nelle righe precedenti, in tre settimane realizziamo le tue faccette dentali definitive. Queste rappresentano una soluzione funzionale, duratura e dal risultato garantito!
Prenota il tuo primo appuntamento con DentistArt, chiama ora il numero 06 45502180: siamo in Viale Leonardo Da Vinci, 175-177. Ti aspettiamo!

denti consumati ricostruzione

Cause dei denti consumati e ricostruzione

L’erosione dei denti è un fenomeno molto più comune di quello che si possa pensare: ti basterà cercare in rete “denti consumati ricostruzione” per accorgerti di quante persone, proprio come te, si interessano all’argomento e ricercano informazioni in merito.
Oggi, in questo articolo, vogliamo spiegarti perché i denti si possono consumare e quali sono le soluzioni per una ricostruzione dei denti consumati.

Tra le circostanze che più di frequente conducono ad un’erosione dentale più o meno importante ci sono fenomeni quali il bruxismo e l’abfraction.
Il bruxismo è l’abitudine di digrignare i denti, soprattutto durante la notte: questo fenomeno può essere la conseguenza di uno stato di stress acuto da parte del paziente ma può essere anche uno degli effetti collaterali dovuto all’abuso di droghe e stupefacenti che portano il paziente ad una eccessiva eccitazione dei muscoli mascellari. Un buon rimedio per il bruxismo notturno, quando questo non abbia già eroso eccessivamente la dentatura del paziente, è il bite dentale, una mascherina che si applica sull’arcata dentale superiore ed evita che il digrnignare notturno danneggi i nostri denti.

Un’altra causa dell’erosione dentale è l’abfraction, termine con cui si indica la perdita dello smalto dentale come conseguenza del digrignamento: in questi casi si tratta di cause meccaniche.

Esistono, tuttavia, anche motivi di altra natura come il reflusso gastroesofageo che causa la risalita e a volte il rigurgito di sostanze acide le quali possono consumare i denti del paziente.

Riabilitazione dei denti consumati e ricostruzione dente spezzato

La ricostruzione dentale interessa i denti consumati così come quelli spezzati. Ad oggi non è più necessario limare i denti bensì questi, quando erosi, possono essere ricostruiti tramite soluzioni additive, ossia con l’aggiunta di materiale composito idoneo a ripristinare il sorriso del paziente.

Quando invece si deve procedere con la ricostruzione dente spezzato sono diverse le tecniche che il dentista ha a disposizione: il trattamento sarà scelto in base all’entità del danno che il paziente riporta. Ad esempio, in alcuni casi è possibile utilizzare il frammento originale del dente danneggiato; in altri, invece, si opta per l’applicazione di faccette dentali.

Quando il dente danneggiato è un dente visibile, una tecnica molto utilizzata è il bonding che consiste nell’applicazione di una resina composita per ripristinare esteticamente i denti scheggiati o rotti.

Dente cariato e rotto: cosa fare?

Un dente cariato può rompersi e questo accade di frequente quando la carie interessa buona parte del dente e quindi lo indebolisce. In casi come questi il dentista può scegliere, in base alla gravità della situazione, il trattamento che ritiene più idoneo tra i seguenti.

  • Otturazione: in questo caso si procede con la pulizia della parte del dente interessata dalla carie e il riempimento di tale cavità con un materiale composito.
  • Intarsio: questa è la tecnica di ricostruzione più indicata per i denti molari e premolari.
  • Capsula: si tratta di una soluzione necessaria quando la carie ha compromesso buona parte del dente o quando si tratta di un dente già devitalizzato e, quindi, molto debole. Tramite questa tecnica il dente acquisisce più resistenza.
  • Impianto dentale: questo è un trattamento che il dentista riserva per le situazioni molto gravi nelle quali non c’è possibilità di recuperare il dente tramite gli interventi precedentemente descritti.

Prenota la tua visita con DentistArt

Nel corso di questo articolo abbiamo illustrato le varie cause che portano all’erosione o alla rottura dei denti e alcune delle soluzioni che un professionista può adottare.

La ricostruzione di un dente spezzato o quella di un dente cariato rotto sono entrambi interventi che richiedono una certa tempestività per non condurre la dentatura a riportare conseguenze sempre più gravi; lo stesso vale nel caso in cui i denti consumati siano causati da digrignamento o altre situazioni già esposte nelle righe precedenti.

In tutti questi casi, puoi contattare subito il nostro studio dentistico Roma – DentistArt e prendere il tuo appuntamento per una prima visita. In questo modo potremo conoscerci e trovare la migliore soluzione per ripristinare esteticamente e funzionalmente il tuo sorriso.
Chiama ora il numero 06 45502180, ti aspettiamo!

Chiama Ora