Mese: Dicembre 2020

Cos’è l’ortopanoramica digitale e a cosa serve

Il nostro cavo orale può subire danneggiamenti o sviluppare patologie che non sono ben visibili a occhio nudo: per situazioni di questo tipo la tecnologia ci assiste con l’ortopanoramica digitale. Si tratta di un esame radiografico che il dentista opera per avere una visione di insieme del cavo orale del paziente, e che gli permette di studiare le arcate dentarie, i seni mascellari e la struttura ossea delle articolazioni temporo-mandibolari.

È un esame molto rapido che non richiede alcuna preparazione inoltre, grazie agli sviluppi tecnologici più recenti, ad oggi l’esposizione alle radiazioni è notevolmente ridotta e quindi è possibile eseguire l’ortopanoramica digitale anche sui bambini e sugli adolescenti; ciò nonostante, è sempre preferibile non sottoporre a questo esame le donne in gravidanza.

Come abbiamo detto in precedenza, questo esame radiografico serve a fornire al professionista una visione generale del cavo orale prima di procedere con eventuali cure e trattamenti dei denti. Tuttavia, pur fornendo una visione complessiva, l’ortopanoramica digitale non è la scelta più idonea se si ha la necessità di un’analisi specifica, ad esempio, di un solo dente.

In casi simili, esistono altri tipi di esami che risultano più appropriati.

Tipologie e funzioni delle radiografie dentali

Quando il tuo dentista ha il sospetto che possa esserci una carie occulta oppure vuole verificare l’eventuale presenza di un dente incluso ha a sua disposizione altri tipi di esami, diversi dall’ortopanoramica digitale e che possono fornirgli un risultato più dettagliato su una zona molto circoscritta del cavo orale.

Stiamo parlando delle radiografie endorali che servono a:

  • Rilevare tempestivamente la formazione di carie occulte, quindi non visibili a occhio nudo
  • Verificare l’insorgere della parodontite, una patologia gengivale
  • Mostrare la presenza di denti inclusi, cioè, di denti che sono rimasti all’interno della gengiva senza avere un processo di eruzione regolare; questa è la situazione che spesso si presenta con i denti del giudizio i quali, di frequente, rimangono “sdraiati” all’interno della gengiva e si configurano come dente giudizio orizzontale (inserire link articolo 15.12 – “dente giudizio orizzontale”)
  • Evidenziare la comparsa di danni e lesioni ai tessuti interni dei denti
  • Mettere in luce la presenza di lesioni delle ossa mascellari

Esistono diversi tipi di radiografie endorali:

  1. Radiografia bite-wing: è la più idonea per verificare l’eventuale presenza di carie occulte.
  2. Radiografia periapicale: mostra la lunghezza totale del dente, dalla corona fino alla radice e si utilizza soprattutto quando si sospetta un ascesso dentale.
  3. Radiografia occlusale: questa, rispetto alle due precedenti, offre una visuale più ampia, fino a ¾ dell’arcata dentaria.

Radiografia denti e carie occulte

Quando la formazione di carie avviene in maniera occulta significa che, con molta probabilità, ci accorgeremo tardi della loro presenza poiché non è visibile a occhio nudo.

Se il tuo dentista sospetta le presenza di una carie di questo tipo, anziché scegliere di fare un’ortopanoramica digitale, opterà per una radiografia bite-wing.

Si tratta di un esame semplice e veloce che avviene posizionando la piccola lastra all’interno del cavo orale: è detta anche tecnica “a morso” perché il paziente trattiene la lastrina mordendo delle alette monouso. Grazie alla radiografia bite-wing il tuo dentista otterrà un’immagine nitida e precisa dei tuoi denti.

Tra l’altro, è una tecnica che consente anche di fare prevenzione per i pazienti che dimostrino una tendenza alla formazione di carie: infatti, operando una radiografia bite-wing di controllo in pazienti con questa predisposizione, sarà possibile individuare tempestivamente l’eventuale presenza di altre carie occulte che sono in una fase iniziale di formazione e intervenire subito per salvaguardare la salute del dente coinvolto.

Dove rivolgerti per radiografia denti carie e ortopanoramica Roma centro

Nel nostro studio a Roma, in zona San Paolo, ci occupiamo della cura dei tuoi denti dalla A alla Z. Ciò significa che, per noi, lo stato di salute dei tuoi denti e l’estetica del tuo sorriso vanno di pari passo poiché pensiamo che siano fattori complementari e di uguale importanza per ogni persona.

DentistArt è a tua completa disposizione per tutte le informazioni che ci vorrai richiedere sull’ortopanoramica digitale o riguardo gli altri tipi di radiografia. Ti aspettiamo nel nostro studio odontoiatrico a Roma centro per rispondere a tutti i tuoi quesiti e per valutare lo stato di salute generale dei tuoi denti!

Dentisti per bambini Roma: l’importanza dell’ortodonzia pediatrica

A che età portare il tuo bambino dal dentista? Quanto è importante prendersi cura dei suoi denti da latte? Sono queste le domande a cui risponderemo nell’articolo che segue, poiché sono i quesiti che ci vengono posti più di frequente dai genitori che arrivano nel nostro studio di ortodonzia bambini Roma.

Nella grande capitale italiana, sono molti gli studi odontoiatrici che vantano la presenza di dentisti bambini Roma ma è bene sapere che il dentista dei bambini, definito pedodontista, è una figura professionale specializzata nella cura dei denti e del cavo orale infantile. La pedodonzia è, infatti, una branca dell’odontoiatria che prevede un percorso di cure dentali che inizia durante l’infanzia e accompagna i bambini fino all’adolescenza.

Premessa l’importanza di affidarsi ad un dentista per bambini a Roma specializzato, procediamo ora cercando di capire perché è fondamentale portare il tuo bambino dal dentista sin da piccolo e insegnargli a non avere paura di questa figura.

Come insegnare al tuo bambino a non aver paura del dentista

La paura del dentista è molto comune e spesso, quando il piccolo ha il terrore di andare da un dentista per bambini, è probabile che abbia percepito questo stesso timore da parte dei suoi genitori attraverso parole o atteggiamenti ai quali, a volte, non diamo abbastanza rilievo.

Di seguito ti daremo alcuni consigli utili per aiutare i tuoi bambini ad approcciarsi in maniera sana al dentista:

  • Racconta al tuo bambino chi è il dentista e cosa fa

Prima ancora di portarlo da un dentista per bambini per la sua prima visita, raccontagli qualcosa sulla figura del dentista e cerca di sottolineare quanto è importante farsi visitare per avere dei denti belli e forti. Il tuo bambino deve vedere il dentista come un supereroe dei denti.

  • Quando sei in casa, parla del dentista in maniera positiva

I bambini sono spugne e ascoltano tutto, anche quando ci sembra che siano distratti. Se in casa tendi a demonizzare la figura del dentista, quando sarà il momento di fare una visita il tuo bambino ne sarà terrorizzato.

  • Dai il buon esempio e portalo con te durante una visita di controllo

Se il tuo bambino avrà la possibilità di venire con te e vederti mentre affronti una visita dal dentista in tutta tranquillità prenderà esempio e cercherà di emulare il tuo comportamento.

  • A casa, prova il “gioco del dentista” 

Mentre vi lavate i denti insieme, controlla se ci sono carie sui suoi denti, proprio come farebbe un dentista per bambini. Poi, inverti i ruoli e fai controllare a lui i tuoi denti.

  • Non usare mai il dentista come minaccia

“Se ti comporti male ti porto dal dentista” sono parole che non dovresti mai utilizzare se vuoi che il tuo bambino abbia una buona percezione di questa figura professionale poiché, facendo così, l’atto di andare dal dentista assumerà l’aspetto di una punizione.

  • Rimani sempre con il tuo bambino durante la visita

Se ci sei tu vicino a lui, il tuo bambino si sentirà al sicuro e sarà più tranquillo.

  • Raccontagli una storia durante la visita e lascia che porti con sé un gioco

Usa questi metodi per distrarlo e la visita finirà in un batter d’occhio!

A che età rivolgersi ad un dentista per bambini

L’età consigliata per la prima visita dal pedodontista è di 4 anni; qualora dovessero manifestarsi problemi particolari, l’età può scendere fino ai 2 anni. Il principio generale, comunque, è quello di portare il bambino a fare una visita di controllo in assenza di problematiche gravi: questo è il modo migliore per rompere il ghiaccio con il dentista per bambini e non rendere traumatico il primo incontro.

È importante comprendere che il pedodontista è un nostro alleato per quel che riguarda un aspetto fondamentale della dentatura infantile: l’igiene quotidiana.

I bambini devono essere educati alla pulizia dei denti fin dal primo dente che possiedono (quando è così piccolo, è ovviamente il genitore che deve prendersi cura della sua igiene orale).

Un’igiene non effettuata correttamente porterà alla formazione di carie sui denti da latte che sono tanto gravi quanto quelle che si formano sulla dentatura adulta: una carie su un dente da latte può compromettere la salute dentale futura del tuo bambino. Inoltre, laddove dovesse essere trascurata, il tuo dentista per bambini potrebbe essere costretto ad estrarre il dente cariato: questo intervento potrebbe causare un futuro sovraffollamento dentale poiché verrebbe a mancare lo spazio necessario per far emergere la dentatura permanente in maniera regolare.

DentistArt è al tuo fianco nell’ortodonzia bambini Roma

Pensiamo sia fondamentale per tutti comprendere che i bambini che vengono educati alla cura dei denti saranno degli adulti con una dentatura sana, dato che un sorriso bello e sano è un risultato che si ottiene con attenzioni quotidiane.

DentistArt non è solo uno studio dentistico a Roma: preferiamo invece definirci come una squadra di professionisti che mettono le loro capacità al servizio degli altri e che vogliono far sentire tutti coloro che entrano nello studio come parte di una grande famiglia.

Tra i nostri professionisti troverai anche il dentista per bambini Roma che stai cercando e insieme aiuteremo il tuo bambino ad imparare l’importanza di avere cura dei propri denti senza alcun timore!

Ti aspettiamo nel nostro studio per la tua prima visita con DentistArt.

Dente giudizio orizzontale: cos’è e perché può presentarsi

I denti del giudizio sono conosciuti anche come terzi molari o ottavi e devono la loro presenza alla versione più primitiva dell’essere umano. In tempi molto lontani il loro ruolo era fondamentale poiché consentivano una corretta masticazione di cibi come la carne che, al tempo, si mangiavano crudi.

Ad oggi, la loro utilità è pari a zero, eppure continuiamo a vederli spuntare dopo una certa età (in genere tra i 18 e i 30 anni) e spesso sono causa di infiammazione e dolore.

Oltre a non avere una funzione specifica ai fini della nostra masticazione, i denti del giudizio spesso nascono in posizioni irregolari che ne rendono difficile la pulizia con lo spazzolino, e questo può comportare il manifestarsi di carie.

Ma procediamo per gradi e iniziamo ad analizzare l’argomento principale di questo articolo per capire insieme cosa fare se abbiamo un dente giudizio orizzontale.

Come accorgersi e cosa fare se si possiede un dente del giudizio incluso o orizzontale

Molto spesso i denti del giudizio possono presentarsi inclusi: ciò significa che si trovano, parzialmente o totalmente, inclusi all’interno della gengiva. Questo fenomeno, chiamato “inclusione dentaria”, può dipendere da vari fattori ed è molto comune per i denti del giudizio; ciò nonostante, la causa più frequente che porta all’inclusione dei denti del giudizio è la mancanza di spazio necessario per la loro eruzione. Infatti, quando il dente del giudizio non trova spazio per la sua fuoriuscita, il suo percorso viene deviato e rimane, appunto, incluso nella gengiva.

Un dente del giudizio incluso può assumere varie posizioni e tra le situazioni più comuni abbiamo quella del dente giudizio orizzontale.

Quando il dente del giudizio è definito “orizzontalizzato” significa che è completamente “sdraiato” all’interno della gengiva poiché, come abbiamo detto in precedenza, è probabile che non abbia trovato spazio per uscire dalla gengiva.

Un indizio che può aiutarti a capire se il tuo dente del giudizio sta uscendo dalla gengiva in posizione regolare o meno è osservarne la superficie: se questa si presenta concava in cima, allo stesso modo degli altri molari, allora puoi dedurre con molta probabilità che non si tratti di un dente del giudizio in posizione atipica.

Certo, è più difficile comprenderne la posizione quando si tratta di denti inclusi: in tal caso, sarà il tuo dentista di fiducia che tramite una TAC riuscirà a comprendere la posizione del tuo dente del giudizio.

Un dente del giudizio incluso o orizzontale è un dente che va estratto perché potrebbe provocare un disallineamento degli altri denti oppure causare patologie.

Infatti, è molto comune possedere un dente del giudizio cariato: questo accade perché, per loro natura, questi denti si trovano in una posizione difficile da raggiungere per praticare una quotidiana igiene accurata e questa difficoltà aumenta quando i denti del giudizio fuoriescono in posizioni insolite. In conclusione, l’unico destino per un dente del giudizio cariato è l’estrazione, poiché in caso contrario provocherà danni ai denti vicini.

Quanto costa l’estrazione del dente del giudizio?

Questa è una bella domanda a cui, però, non c’è una risposta precisa. Potrete anche digitare sul vostro motore di ricerca “estrazione dente costo” ma, qualsiasi informazione troverete, non potrà mai essere precisa poiché non sarà misurata sulla vostra situazione specifica.

Il costo di un’estrazione per un dente del giudizio dipende dal tipo di intervento che il professionista dovrà affrontare: potremmo dire che, in genere, si aggira attorno ai 120-150€ ma dovremmo aggiungere che, in alcuni casi più complicati, può raggiungere anche i 400€.

Ecco perché in questa sede non possiamo dirti quale sia il costo per l’estrazione di un dente del giudizio, possiamo però consigliarti di fissare una visita da un professionista per far valutare la tua situazione e ricevere un preventivo adeguato alle tue esigenze.

Prenota la tua prima visita con DentistArt

Abbiamo a cuore la tua salute dentale tanto quanto l’aspetto estetico del tuo sorriso, poiché pensiamo che siano due caratteristiche complementari. Studiamo ogni giorno per sviluppare le nostre competenze da mettere al servizio dei nostri pazienti, e crediamo nell’ambiente familiare che abbiamo creato all’interno del nostro studio dentistico e che siamo convinti riuscirai a percepire fin da subito.

Quando ti recherai nel nostro studio per la tua prima visita, valuteremo lo stato di salute dei tuoi denti e ti daremo tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Per prenotare la tua visita senza impegno presso il nostro studio dentistico a Roma “DentistArt”, chiama il numero 06.45502180.

Ti aspettiamo nel nostro studio dentistico a Roma (zona San Paolo) a braccia aperte e con il nostro miglior sorriso!

Fai splendere il tuo sorriso con pulizia e sbiancamento denti

Un sorriso bianco e luminoso ci rende più sicuri di noi ed è il risultato di due fondamentali azioni, tra loro complementari: una rigorosa igiene quotidiana e una periodica pulizia dentale dal dentista.

Oltre a questi comportamenti quotidiani e periodici, nel caso di denti macchiati e particolarmente difficili da pulire, esiste un’altra possibilità: lo sbiancamento dentale.

Ma andiamo per gradi e iniziamo approfondendo le caratteristiche di una corretta pulizia dentale quotidiana.

Di frequente ci comportiamo in maniera errata rispetto ai nostri denti e non pratichiamo un’igiene quotidiana rigorosa; lavare frettolosamente i denti, ad esempio, è un comportamento errato e può comportare conseguenze per la nostra salute dentale (ad esempio, facilita la formazione di carie) oltre che per l’estetica del nostro sorriso.

Un’igiene dentale corretta prevede che i denti vengano lavati almeno due volte al giorno ma usare lo spazzolino non è comunque abbastanza. Un altro grande alleato che ci aiuta a mantenere i nostri denti puliti e sani è il filo interdentale che va utilizzato quotidianamente. Infine, dentifricio e collutorio vanno scelti in base alle esigenze di ognuno di noi, seguendo il consiglio del nostro dentista di fiducia.

Passiamo ora alla pulizia dentale effettuata da un professionista: questa è consigliata di norma due volte l’anno ma, anche in questo caso, l’ultima parola appartiene all’igienista dentale che saprà indicarti la frequenza con cui dovrai sottoporti a questo trattamento.

Igiene quotidiana, pulizia e sbiancamento denti sono tutte azioni mirate a migliorare il nostro sorriso. Di seguito, approfondiremo alcuni aspetti:

  • Sbiancamento denti: in cosa consiste?
  • Sbiancamento denti: cibi da evitare
  • Sbiancamento denti: fa male?

Cos’è lo sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dentale è un trattamento necessario in quei casi in cui i denti risultino particolarmente pigmentati da sostanze quali caffè, nicotina e altre bibite colorate. Viene effettuato applicando sui denti sostanze specifiche per un tempo determinato che hanno un effetto sbiancante. Prima di procedere allo sbiancamento dentale, sarà necessario effettuare una pulizia periodica e, prima di applicare le sostanze sbiancanti, le gengive verranno protette attraverso un’apposita mascherina.

Sbiancamento denti: cibi da evitare dopo il trattamento

Esistono alcuni alimenti da evitare subito dopo lo sbiancamento dentale; i denti, infatti, dopo aver subito questo trattamento presentano una certa sensibilità a stimoli termici e chimici per un periodo di tempo limitato. Questo accade perché si tratta di un intervento che rende la parete dentale più porosa e quindi più sensibile all’assorbimento dei pigmenti di bevande e alimenti.

Di seguito vi proponiamo un breve elenco di cibi da evitare subito dopo lo sbiancamento dentale:

  • Bevande come il caffè, vino rosso, tè nero, alcool e succhi di frutta
  • Cibi che sono naturalmente ricchi di pigmenti come la carne rossa, il ragù, la cioccolata e la frutta, eccetto le banane
  • Curry e altre spezie colorate

Infine, a meno di 24 ore di distanza dal trattamento è importante non fumare e non utilizzare dentifricio o collutorio colorato.

Sbiancamento denti: fa male?

Questa è forse la parte più interessante poiché sono in molti a temere di effettuare questo trattamento per paura di provare dolore o di danneggiare i propri denti. Lo sappiamo perché, spesso, è la prima domanda che ci viene posta dai nostri pazienti.

Lo sbiancamento dei denti effettuato da un professionista non danneggia in alcun modo la tua dentatura poiché lo smalto rimane intatto.

Per quanto riguarda la paura di provare dolore durante la seduta di sbiancamento, anche qui la risposta ti farà sentire meglio. Lo sbiancamento dentale, infatti, non è un trattamento doloroso; ciò nonostante, potresti notare un aumento della sensibilità dentale nei giorni subito successivi al trattamento che tuttavia tenderà a svanire in un breve periodo di tempo.

Dove rivolgerti per effettuare il tuo sbiancamento dentale

DentistArt ti aspetta nel suo studio dentistico a Roma per i tuoi trattamenti di pulizia e sbiancamento denti. Siamo convinti che un sorriso debba essere sano e bello, quindi ci dedichiamo con la stessa scrupolosità agli interventi odontoiatrici e ai trattamenti estetici.

Chiama il numero 06.45502180 prenotare la tua prima visita nei nostri studi: ti aspettiamo a braccia aperte!

Protesi dentaria fissa: scopriamo i pro e contro

Oggi parliamo di protesi dentaria, delle tipologie di protesi che si possono realizzare e di tutto ciò che è importante sapere su un’azione di questo tipo. La protesi dentaria rappresenta la soluzione a complicazioni funzionali della masticazione e a problematiche di tipo estetico che si presentano nel momento in cui una persona riscontri la mancanza di uno o più denti.

La protesi dentaria è un’ottima alternativa ad interventi di implantologia, laddove questi ultimi non possano essere realizzati per motivi economici oppure per particolari condizioni di salute del paziente. Possiamo suddividere le protesi dentali in tre categorie: protesi dentaria fissa, protesi mobile parziale e protesi mobile totale (dentiera).La protesi mobile totale, più comunemente chiamata dentiera, è di solito realizzata per i pazienti più anziani che presentano una mancanza totale di dentatura su un’intera arcata o su entrambe: questa aderisce direttamente alle gengive e sostituisce l’intera dentatura del paziente, ripristinando così una masticazione normale. È importante sapere che questo tipo di protesi ha bisogno di un’accurata pulizia quotidiana che si opera dopo ogni pasto utilizzando dei prodotti igienizzanti specifici per evitare la contaminazione batterica da cibo. È molto importante, durante la pulizia della protesi mobile totale, fare molta attenzione a non danneggiarla o farla cadere.

La protesi mobile parziale si utilizza invece quando manca un dente, o qualche dente, e si aggancia ai denti naturali o agli impianti. Per le protesi mobili totali o parziali è consigliato un controllo annuale per la ribasatura, in modo da garantire sempre massima aderenza alle gengive.

Passiamo ora alle protesi fisse: queste non sono rimovibili dal paziente e quindi sono più stabili e durature. La protesi fissa può essere agganciata sui denti naturali oppure avvitata o cementata sugli impianti; quando si poggia sui denti naturali, questi ultimi devono essere limati per fornire un supporto stabile alla protesi. Tuttavia oggi, rispetto a qualche anno fa e grazie ai nuovi materiali disponibili, è possibile limare solo leggermente i denti naturali senza comprometterne l’interezza.

Riprendiamo ora il titolo del nostro articolo per argomentarlo in modo più approfondito:

Protesi dentaria fissa pro e contro.

Partiamo dai Pro:

  • Il paziente ha un risultato stabile e duraturo
  • La masticazione viene pienamente ripristinata
  • L’occlusione delle arcate dentali viene riabilitata correttamente
  • La protesi dentaria fissa ha un vantaggio estetico poiché è una riproduzione fedele della dentatura naturale
  • A livello psicologico il paziente si sente più sicuro quando sorride o nel mangiare pietanze più dure o croccanti senza il rischio di staccare la propria protesi

Ora i Contro

  • Il costo è più elevato rispetto ad una soluzione mobile

Certo, i vantaggi sono molti e sostanziosi, ma cerchiamo ora di capire se esistono e quali sono delle valide alternative alle protesi fisse o mobili: parliamo di implantologia.

Impianti dentali: l’implantologia è dolorosa?

Iniziamo subito rispondendo alla domanda più importante per tutti: no, l’implantologia non è dolorosa. Tra l’altro, è un tipo di intervento che avviene in anestesia locale; sarà sufficiente un antidolorifico una volta finito l’effetto anestetizzante per farti star meglio. Premesso questo, parliamo di impianti.

Cosa sono gli impianti dentali?

Gli impianti dentali sono la soluzione più moderna per risolvere la mancanza di uno o più denti. Consistono in una vite che viene inserita all’interno delle ossa mascellari e che funge da radice dentale; poi, sopra l’impianto viene posizionata la corona, che può essere avvitata o cementata. Di solito gli impianti dentali sono realizzati in titanio, un metallo leggero, resistente e biocompatibile.

Tutti possono fare un impianto dentale?

No. Purtroppo questo è l’unico svantaggio di questa moderna soluzione alla mancanza di denti. Pazienti con particolari condizioni di salute o che soffrono di alcune patologie potrebbero correre diversi rischi sottoponendosi ad un intervento di implantologia dentale; in questi casi esistono soluzioni alternative, come le protesi di cui abbiamo parlato in precedenza, che ben si adattano anche a questi pazienti e gli consentono di riabilitare la propria dentatura senza alcun rischio per la loro salute.

Impianti dentali Roma, dove rivolgerti per ottenere il tuo miglior sorriso

DentistArt è pronto ad accoglierti per valutare insieme a te la migliore soluzione per ripristinare la tua dentatura, ritrovare il piacere di una masticazione senza pensieri e poter sfoggiare il tuo sorriso più bello. Sì, perché la nostra filosofia ci vede schierati sul fronte odontoiatrico tanto quanto su quello estetico: un sorriso sano è importante ma lo è anche un bel sorriso, perché ci fa sentire più sicuri di noi e più pronti a mostrare i nostri denti con orgoglio.

Crediamo nella professionalità e abbiamo a cuore il rapporto con ogni nostro paziente, di cui ci piace prenderci cura a partire dal momento in cui varca la soglia del nostro studio dentistico Roma. Chiama il numero 06.45502180 per chiederci tutte le informazioni di cui hai bisogno o per prenotare la tua prima visita odontoiatrica. Ti aspettiamo presso il nostro studio dentistico Roma, in zona San Paolo: non vediamo l’ora di vederti sorridere!

Chiama Ora