Paradontosi: come riconoscerla e curarla

paradontosi

La paradontosi, conosciuta anche come parodontite, piorrea o malattia parodontale, è una malattia infiammatoria che colpisce il parodonto, il quale comprende i tessuti del dente, ossia: gengiva, cemento radicolare, legamento parodontale e osso alveolare. Questi tessuti sono di sostegno al dente e fanno sì che questo rimanga ancorato al tessuto osseo.
Questa infiammazione è classificata come il secondo stadio del disturbo gengivale e anche il più grave: la paradontosi, però, non è irreversibile se curata da subito. Tuttavia, se non curata da un professionista e in maniera tempestiva può portare alla perdita dei denti.

Vediamo, di seguito, quali sono i primi segnali della paradontosi che dobbiamo osservare per poi correre ai ripari, salvare i nostri denti e non rischiare di sviluppare una condizione di paradentosi diffusa.

Curare la parodontite naturalmente: si può?

Rispondere a questa domanda è abbastanza semplice: non esistono rimedi naturali per la cura della paradontosi che possano sostituire l’intervento di un medico.
Esistono, però, alcune abitudini che possiamo adottare e dei prodotti naturali da utilizzare per prevenire questo stato infiammatorio i quali, insieme alle cure e ai consigli di un professionista, possono aiutarci a migliorare la salute delle nostre gengive.
Difatti, il paziente che presenti gengivite o parodontite può affiancare alla terapia farmacologica alcuni prodotti naturali come un gel a base di aloe vera che ha una forte azione lenitiva e antinfiammatoria; oppure, un prodotto a base di equiseto che presenta grandi proprietà emostatiche, quindi aiuta a ridurre il sanguinamento gengivale. Pur trattandosi di prodotti naturali acquistabili in erboristeria, è sempre bene consultare il proprio dentista che, in base alla situazione di ogni paziente, potrà consigliare o meno l’utilizzo di tali prodotti.
Oltre ai rimedi naturali, come abbiamo detto in precedenza, esistono anche delle buone abitudini che possono aiutarci a prevenire una paradentosi diffusa laddove sia presente nel paziente un principio di questa patologia. Tra le pratiche che possiamo inserire nella nostra routine quotidiana per prevenire la paradontosi troviamo, ad esempio, l’utilizzo di uno spazzolino a setole morbide che non irriti le gengive e di un collutorio ad azione antisettica per alleviare il bruciore tipico di questo stato infiammatorio.

Cure odontoiatriche per la tua paradontosi

Come abbiamo spiegato nel corso di questo articolo, la paradontosi è lo stadio più avanzato dell’infiammazione gengivale e, se non curato con puntualità e attenzione, può causare la perdita permanente dei denti.
È quindi fondamentale sottoporsi ad un controllo odontoiatrico periodico, soprattutto se ci sono avvisaglie di infiammazione gengivale come il sanguinamento quando si lavano i denti o quando si utilizza il filo interdentale oppure l’arrossamento delle gengive. Sarà il tuo dentista di fiducia a valutare la gravità dell’infiammazione e decidere cosa fare.

Per curare la parodontite un professionista potrà inizialmente intervenire in merito all’igiene orale del paziente, che dovrà sottoporsi ad una pulizia periodica per rimuovere il tartaro e la placca e utilizzare prodotti specifici ogni giorno.
L’intervento chirurgico è l’ultima soluzione che il nostro dentista ha a disposizione, necessaria quando l’infiammazione è già troppo avanzata o dopo aver fatto altri tentativi che si siano rivelati inutili al fine di curare l’infiammazione. Esistono diversi tipi di interventi chirurgici ma in ogni caso sarà il tuo dentista a decidere quale è la migliore soluzione per te.

Previeni e cura la paradontosi con DentistArt

DentistArt ha a cuore la salute dei tuoi denti: per noi è molto importante, oltre che curare, anche prevenire e per questo siamo sempre pronti a darti tutti i consigli di cui hai bisogno per mantenere il tuo cavo orale in ottima salute.
Se vuoi prendere un appuntamento nel nostro studio odontoiatrico Roma, chiama il numero 06.45502180 oppure compila il modulo di contatto che trovi sul nostro sito.

Did you like this? Share it!

0 comments on “Paradontosi: come riconoscerla e curarla

Leave Comment

Chiama Ora