Protesi fisse su impianti: tutto ciò che devi sapere sulle protesi dentali estetiche

protesi fisse su impianti

Le protesi dentali possono essere mobili o fisse ma entrambe hanno la stessa funzione: ripristinare i denti che il paziente ha perso, tanto da un punto di vista estetico, quanto da un punto di vista masticatorio.
Nel corso di questo articolo parleremo di protesi dentali estetiche e, in particolare, di protesi fisse su impianti con l’obiettivo di darti tutte le informazioni necessarie in merito.

Protesi dentali estetiche fisse o mobili: cosa sono e come vengono realizzate

Le protesi dentali estetiche possono essere fisse o mobili e riescono a riprodurre esteticamente e funzionalmente la dentatura originaria del paziente.
Con protesi dentali mobili indichiamo quelle che comunemente chiamiamo dentiere: queste sono costituite da due parti, una riproduce la dentatura e un’altra la gengiva.
Quando, invece, parliamo di protesi dentali fisse ci riferiamo a delle protesi che possono essere fissate ai denti naturali oppure agli impianti: in quest’ultimo caso, il paziente ha perso i suoi denti quindi, gli elementi che fanno da pilastro alle protesi sono sostituti dei denti naturali, appunto gli impianti dentali.
Le protesi fisse su impianti vengono installate tramite cementazione o avvitamento e possono essere realizzate in forma di corone o ponti: la corona è una protesi che sostituisce un singolo dente mentre il ponte è una protesi che si utilizza quando a mancare sono più denti.

Protesi dentali fisse su impianti: corone e ponti

Le corone sono delle protesi dentali fisse che possono essere ancorate sia ad un impianto dentale che a un dente naturale.
Fino a qualche anno fa le corone dentali avevano una parte interna composta di metallo mentre esternamente erano fatte di ceramica. Ad oggi, il metallo è stato eliminato e sostituito con altri materiali come: ceramica, metallo-resina o zirconio-ceramica.
Il dentista può decidere per la corona dentale in due casi: per coprire un impianto oppure per tutelare un dente naturale in alcuni casi specifici come quando il dente risulta gravemente compromesso da una carie o quando, in seguito ad una devitalizzazione, il dente è diventato molto fragile.

Il ponte dentale, invece, è una protesi dentale fissa composta da diverse corone. Il materiale delle corone che compongono il ponte può essere ceramica, porcellana o zirconio-ceramica. Il ponte dentale ha una durata minima di 5 anni e una massima di circa 15 anni: questa dipende molto sia dall’abilità di chi effettua il lavoro, sia dall’attenzione con cui il paziente cura la sua igiene orale quotidiana, con spazzolino, filo interdentale e scovolino, e periodica, prenotando una pulizia dentale da un professionista ogni sei mesi (o secondo le indicazioni del tuo dentista).

Protesi dentarie a Roma: prenota la tua visita con DentistArt!

Nel nostro studio dentistico a Roma ci occupiamo anche di implantologia e protesi dentarie per restituire alla tua dentatura una massima funzione masticatoria oltre che un’estetica identica a quella dei tuoi denti naturali.
Prenota la tua prima visita nel nostro studio: chiama il numero 06.45502180 e ottieni subito il tuo primo appuntamento con noi. Ti aspettiamo!

Did you like this? Share it!

0 comments on “Protesi fisse su impianti: tutto ciò che devi sapere sulle protesi dentali estetiche

Leave Comment

Chiama Ora