Blog

Faccette Dentali

Un sorriso smagliante con le faccette dentali

Le faccette dentali rappresentano una soluzione innovativa per correggere il colore e l’aspetto dei denti.
Queste fanno parte di quegli interventi compresi all’interno dell’odontoiatria estetica, la branca dell’odontoiatria che si cura principalmente dell’aspetto del nostro sorriso.

Le faccette dentali donano un risultato finale davvero eccellente: ti basterà ricercare le tante testimonianze fotografiche delle “faccette dentali: prima e dopo” per osservare con i tuoi occhi il risultato che potrai ottenere anche tu!

Cosa sono le faccette dentali?

Le faccette dentali, conosciute in ambito medico anche come veneers, sono simili a dei sottilissimi gusci, realizzati in ceramica o in composito, con uno spessore paragonabile a quello di una lente a contatto.

Queste vengono applicate sulla superficie esterna dei denti dell’arcata superiore e/o di quella inferiore. L’applicazione delle faccette per denti non è invasiva, non provoca dolori o fastidi ed è sicura per i denti in quanto non richiede che i denti coinvolti vengano limati.

Faccette dentali in composito e in ceramica: che differenza c’è?

Come abbiamo specificato nel paragrafo precedente, una faccetta dentale può essere realizzata con due diversi materiali: ceramica o composito. Entrambi i materiali sono biocompatibili quindi non arrecano danno né ai tessuti delle gengive né a quelli dei denti. L’unica reale differenza tra le faccette dentali in composito e in ceramica riguarda la loro durata nel tempo.

Infatti, mentre le faccette per denti in ceramica presentano una durata media che varia tra i 10 e i 15 anni, quelle in composito tendono a perdere brillantezza dopo 5-7 anni. Questa differenza giustifica pienamente anche i costi diversi per i due tipi di faccette dentali.

Tutti i vantaggi delle faccette dentali

Che siano in composito o in ceramica, le faccette dentali presentano importanti vantaggi per il paziente che analizzeremo di seguito.

  • Sono biocompatibili.
  • Per la loro applicazione sono necessarie solo poche sedute.
  • Hanno una durata media di 10 anni, garantita laddove il paziente rispetti sempre le indicazioni del dentista e le visite di controllo periodiche; in caso contrario, potrebbero durare di meno.
  • Non sono né invasive né dannose per i tessuti di denti e gengive.
  • Presentano una perfetta adesione ai denti, per un risultato naturale.
  • Ti consentiranno di avere un sorriso davvero brillante.
  • Sono utili anche per correggere difetti di allineamento dei denti, come il diastema.

Quanto costano le faccette dentali?

Scegliere di applicare le faccette ai denti è sicuramente il passo giusto per ottenere un sorriso smagliante. Il costo può variare tra i 600 e i 1000 euro per ogni dente coinvolto e sappiamo che, a un primo sguardo, la cifra potrebbe spaventare. Ti invitiamo però a considerare la qualità dei materiali utilizzati e la durata delle faccette dentali, garantita per 10 anni. Il costo è quindi da intendersi come un investimento che ti ripagherà con i suoi risultati eccezionali per almeno un decennio.

Sappiamo bene che, nel nostro settore, ci sono anche molte offerte low-cost per le faccette per denti ma ti invitiamo a prestare molta attenzione a questo tipo di situazione. Infatti, è molto comune che chi cerca di risparmiare inizialmente, debba poi spendere il doppio per rimediare ai danni subiti oppure che si ritrovi con dei danni ai denti irreversibili a causa della poca attenzione verso le norme vigenti e dell’utilizzo di materiali e dispositivi di scarsa qualità.

Scegli le faccette dentali per un sorriso perfetto

È innegabile che le faccette dentali abbiano la capacità di donare a chiunque un sorriso nuovo, brillante e privo di difetti. Praticamente, un sorriso perfetto!

Se stai pensando di optare per le faccette per denti anche tu, prendi un appuntamento per decidere insieme qual è la migliore soluzione per te!

Per prenotare la tua visita, chiama il 3518165875; il nostro studio dentistico DentistArt è aperto dal Lunedì al Venerdì con orario continuato dalle 10 alle 19. Ti aspettiamo in Viale Leonardo Da Vinci, 175-177.

 

 

protesi dentale fissa

Protesi dentale fissa: i pro e i contro di questa soluzione

La protesi dentale fissa rappresenta la migliore soluzione a disposizione del dentista laddove si riscontri nel paziente la mancanza di uno o di più denti (o di un’arcata intera) con conseguenze sia di tipo estetico che di tipo funzionale. Quando, in presenza di questa problematica, la strada dell’implantologia non è percorribile – per motivi economici ad esempio, oppure perché le condizioni di salute del paziente non lo consentono – la protesi dentale fissa è la migliore alternativa disponibile.

Le protesi dentarie fisse presentano dei pro e dei contro che analizzeremo nelle prossime righe.

Iniziamo con i vantaggi della protesi fissa:

  • Ripristino totale della masticazione del paziente
  • Riabilitazione perfetta dell’occlusione tra le arcate dentali
  • Risultato finale duraturo e stabile
  • Riproduzione fedele della dentatura naturale

L’ultimo aspetto positivo della protesi fissa, che deriva dall’insieme dei vantaggi appena elencati e che si riflette sull’aspetto psicologico del paziente è una maggiore sicurezza dello stesso: nel sorridere e rapportarsi con gli altri, nel partecipare a riunioni sociali in cui è implicato il consumo di cibo senza il rischio che la protesi perda aderenza e senza il timore dell’imbarazzo che potrebbe provare in questo caso.

Sono diversi e notevoli i vantaggi che una protesi fissa porta con sé ma, in questa sede, è nostro dovere sottolineare anche l’eventuale presenza di punti a sfavore.

In questo caso specifico, non ce ne sono: c’è solo un aspetto che potrebbe risultare preoccupante per il paziente che decide di optare per la protesi dentale fissa ed è il costo effettivamente più alto rispetto alla protesi mobile. Tuttavia, visti i grandi vantaggi che presenta la protesi fissa, il prezzo è pienamente giustificato e comprensibile.

Ad ogni modo, ci rendiamo conto che non tutti possiedono la disponibilità economica per la spesa prevista per le protesi dentali fisse, ecco perché di seguito ti parleremo della soluzione mobile (parziale o totale).

Protesi dentali mobili parziali o totali: le differenze rispetto alla protesi dentale fissa

Come abbiamo detto poche righe fa, sicuramente la prima sostanziale differenza tra le due soluzioni è il costo. Una dentiera fissa tende a costare di più sia per i materiali coinvolti, sia per i tempi necessari all’applicazione sulle ossa mascellari e mandibolari.

La protesi dentale mobile rappresenta comunque una buona soluzione che consentirà al paziente di tornare a sorridere con sicurezza pur risparmiando un po’.

La protesi mobile totale è molto utilizzata nei pazienti anziani che presentano la mancanza totale della dentatura di un’intera arcata o di entrambe le arcate dentali. Questa protesi aderisce direttamente alle gengive e sostituisce la dentatura, sia esteticamente che nella sua funzione masticatoria.

A differenza della protesi dentale fissa questa, come suggerisce anche il nome, è rimovibile e ha bisogno di una pulizia quotidiana scrupolosa tramite l’utilizzo di appositi prodotti igienizzanti, da operare facendo molta attenzione a non danneggiarla e a non farla cadere.

Infine, una terza possibilità è la protesi mobile parziale, utile quando a mancare è uno o qualche dente: questa si fissa ai denti naturali oppure agli impianti dentali.

Ottieni la tua dentatura perfetta con la protesi dentale fissa

All’interno dell’articolo abbiamo analizzato i diversi tipi di protesi dentali e le esigenze a cui ognuna di esse risponde, sottolineando le differenze tra la protesi dentale fissa e quella totalmente o parzialmente mobile. Sicuramente in questa sede non ci è possibile parlare di prezzi poiché le variabili in gioco sono importanti, come ad esempio il numero di denti da ripristinare.

Laddove il paziente necessiti di riabilitare un dente, più denti o un’intera arcata, il primo passo da fare è prenotare una visita dal dentista per avere un quadro della situazione chiaro e comprendere qual è la migliore soluzione per tutte le nostre esigenze, anche economiche.

Il nostro studio dentistico DentistArt si trova a Roma, in Viale Leonardo Da Vinci 175-177. Puoi prenotare il tuo appuntamento chiamando il numero 3518165875: siamo aperti dal lunedì al venerdì, con orario continuato dalle 10 alle 19.

Ti aspettiamo!

Costo Impianto Dentale

Costo impianto dentale e altre informazioni utili

Cos’è l’implantologia dentale? E qual è il costo impianto dentale?
Oggi, all’interno di questo articolo, analizzeremo vari aspetti dell’implantologia dentale come la sua funzione, gli eventuali rischi e il costo.

Ma partiamo dalle basi cioè definendo l’implantologia dentale.

Si tratta della branca dell’odontoiatria che si cura di sostituire uno o più elementi dentali mancanti attraverso l’utilizzo di impianti osteointegrati i quali faranno da sostegno a uno o più denti oppure a intere protesi dentali estetiche.

È quindi grazie all’implantologia dentale che il dentista riesce a ripristinare totalmente, sia dal punto di vista estetico che da quello funzionale, la dentatura del paziente che ha perso uno o più elementi a causa di forti traumi o patologie.

Svolgimento, rischi e costo impianto dentale

Prima di dedicare la nostra attenzione agli impianti dentali prezzi concentriamoci su come il dentista opera per effettuare un impianto dentale e su quali sono i potenziali rischi e/o effetti indesiderati di questo intervento.

L’impianto dentale è sicuramente un intervento complesso, per questo è fondamentale che a svolgerlo sia un professionista serio e accreditato.

Quando il dentista effettua l’operazione decide, sulla base delle singole esigenze del paziente, se inserire l’impianto nella mandibola o nella mascella. Questo fa la differenza soprattutto in termini di tempo poiché, quando l’impianto viene inserito nella mandibola, il processo di osteointegrazione richiede un periodo di tempo di circa 3 mesi. Quando, invece, l’impianto deve essere inserito nella mascella, l’osteointegrazione impiega più tempo, precisamente dai 4 ai 6 mesi.

Come abbiamo detto qualche riga fa, non si può negare che l’impianto dentale sia un’operazione delicata, per questo è giusto che il paziente sia a conoscenza dei potenziali effetti indesiderati. Questi, fortunatamente, sono molto limitati e non sono da considerarsi gravi. Gli effetti indesiderati post-operazione che si possono presentare sono: sanguinamento post-operatorio, gonfiore e alterazioni sensitive come un formicolio gengivale. Si tratta, in ogni caso, di fenomeni transitori e non preoccupanti.

Per quanto riguarda i rischi che ruotano attorno a questo tipo di intervento, l’unico classificabile come tale è il rischio di insuccesso.

È bene però sottolineare che, nella maggior parte dei casi, la mancata riuscita dell’intervento di implantologia dentale è un avvenimento la cui responsabilità si attribuisce al professionista: infatti, laddove l’intervento avvenga nel pieno rispetto dei protocolli di sterilità come di tutte le altre norme vigenti e utilizzando elementi in materiale biocompatibile, il rischio di insuccesso tende ad azzerarsi.

Quanto costa un impianto dentale?

Siamo giunti alla parte finale del nostro articolo sull’implantologia dentale e, l’ultimo aspetto da analizzare è il costo impianto dentale.

Trattandosi di un intervento delicato e il cui risultato riesce a ripristinare totalmente un dente (o più denti) mancante, non c’è da meravigliarsi che il suo prezzo non sia economico. Tuttavia, soprattutto nel caso di operazioni complesse ma anche per tutto il resto che riguarda la salute dei denti e, in generale, la nostra salute è bene non lasciare che sia il prezzo a guidare le nostre decisioni ma la professionalità della persona o dello studio a cui ci rivolgiamo.

A volte, cercare di risparmiare su interventi tanto delicati può costarci una cifra molto più alta da pagare per correre ai ripari e rimediare a un intervento fatto male. Oltre a ciò, il prezzo più alto da pagare quando ci si rivolge a figure non esperte per risparmiare è proprio la nostra salute ed è bene tenerlo sempre a mente.

Ci teniamo a dirti questo perché siamo sicuri che, cercando in rete “implantologia dentale prezzi” avrai trovato “offerte pazzesche” con prezzi molto più bassi rispetto alla media: il nostro consiglio è quello di verificare sempre chi è il professionista che c’è dietro l’offerta e valutare con cautela a chi affidare la propria salute dentale.

Ciò detto, non è facile stabilire il costo impianto dentale senza conoscere la situazione del singolo paziente. Quello che possiamo fare in questa sede è fornirti delle indicazioni sulla fascia di prezzo in cui si colloca questa tipologia di intervento.

Quando si tratta di un impianto per un solo dente, comprensivo di corona, il prezzo potrà variare tra i 1.500 euro e i 3.000 euro.

Quando, invece, ad essere coinvolta è un’intera arcata, la fascia di prezzo sarà molto più ampia – tra i 5.000 euro ai 30.000 euro – perché le variabili in gioco saranno molte di più.

Come vedi, noi non possiamo dirti quanto costa un impianto dentale all’interno di un articolo poiché conosciamo la nostra professione e sappiamo bene quanto le variabili in gioco possano far salire o diminuire il costo degli impianti dentali.

Per questo ti invitiamo a prendere un appuntamento con noi per un controllo senza impegno e per ricevere un preventivo ad hoc per il tuo intervento di implantologia dentale.

Chiama ora il numero 3518165875 e prenota la tua visita con DentistArt!

Pulizia Denti Roma

A chi affidarsi per la pulizia denti Roma?

Quanto tempo è trascorso dall’ultima volta che hai preso appuntamento con un igienista dentale per una pulizia dei denti?
Se la risposta è “Non me lo ricordo”, significa che è davvero passato troppo tempo.
Se non sai dove recarti per la pulizia denti Roma, puoi scegliere di affidarti agli specialisti del nostro studio dentistico che sapranno prendersi cura dei tuoi denti a tutto tondo.

Probabilmente ti starai chiedendo perché dovresti rivolgerti proprio al nostro studio dentistico per la tua pulizia dei denti Roma e noi siamo qui per risponderti.

Lo studio dentistico DentistArt nasce dall’unione di medici italiani accomunati da una grande passione per la professione e dalla forte empatia nei confronti del paziente. Questo ci porta ad ascoltare sempre i bisogni e i desideri dei pazienti che incontriamo, impegnandoci a realizzare questi ultimi.

Una particolarità del nostro studio dentistico è sicuramente la visione non tradizionale della cura dei denti. In altre parole, mettendo piede nel nostro studio ti accorgerai che per noi la salute dei denti vale tanto quanto il loro aspetto: pensiamo che l’estetica del nostro sorriso sia davvero importante e capace di farci sentire a nostro agio e di aumentare la fiducia in noi stessi.

Per questo, non sottovalutiamo mai nessuna esigenza del paziente, nemmeno quando si tratta di un bisogno puramente estetico.

Riteniamo che il nostro studio dentistico sia innovativo e sappiamo che al suo interno tutti i professionisti saranno in grado di aiutarti e prendersi cura dei tuoi denti a partire dall’igiene orale fino ad arrivare a operazioni più complesse.

Pulizia denti Roma: perché non dovresti mai dimenticare l’igiene orale

La pulizia dei denti, di norma, viene svolta una o due volte l’anno (oppure secondo indicazione del professionista) ed è davvero importante, al fine di salvaguardare la salute del nostro cavo orale, non saltare mai un appuntamento.

La pulizia dei denti infatti è fondamentale poiché aiuta a prevenire problemi, complicazioni e patologie del cavo orale come: la formazione di carie e l’insorgenza di gengiviti, recessioni gengivali o parodontite.

Ovviamente, la pulizia dei denti fatta una o due volte l’anno non è sufficiente ma deve essere accompagnata da una cura dell’igiene orale quotidiana scrupolosa e attenta.

Per quanto concerne l’igiene quotidiana, è importante scegliere uno spazzolino adatto alle nostre esigenze e utilizzare sempre il filo interdentale.

Un’ottima alternativa allo spazzolino manuale è lo spazzolino elettrico che consente di arrivare a pulire anche i molari e i denti del giudizio, difficili da raggiungere con lo spazzolino manuale soprattutto quando il palato è stretto. Inoltre, gli spazzolini elettrici di ultima generazione hanno un timer incorporato che ci aiuta a spazzolare i denti per il tempo necessario (spesso, con lo spazzolino manuale non ci accorgiamo di spazzolare i denti per un tempo non sufficiente alla loro pulizia). Infine, sono molto consigliati perché non siamo noi a dover spazzolare meccanicamente i denti quindi, il rischio di farlo in maniera sbagliata, si azzera.

Pulizia denti Roma: prenota il tuo appuntamento presso il nostro studio dentistico DentistArt

Di studi dentistici a Roma ce ne sono tanti, lo sappiamo. Eppure, senza falsa modestia, noi siamo sicuri di avere qualcosa che ci distingue da molti, come ti abbiamo spiegato nella prima parte del nostro articolo. Siamo convinti che, accanto alla cura dei denti ci voglia anche una particolare attenzione alla loro estetica, per far sì che ogni paziente che incontriamo riesca a raggiungere il suo obiettivo ovvero, ottenere la versione migliore del suo sorriso.

Siamo sicuri che avrai cercato online “igiene orale Roma” e che il web ti avrà restituito centinaia di risultati. Dal canto nostro, non ti promettiamo inverosimili “offerte pulizia denti Roma” per poi proporti un servizio deludente o non all’altezza delle nostre promesse.

Noi preferiamo puntare sul valore dei servizi che offriamo al paziente e sull’importanza che questi ricoprono per il suo benessere.

Se sei curioso/a di conoscere i professionisti del nostro studio, chiama il numero 3518165875 e prendi il tuo primo appuntamento.

Ti aspettiamo!

togliere un dente

Togliere un dente, consigli e informazioni utili

Togliere un dente spaventa molte persone, sia per il timore di provare dolore, sia per la spesa economica da sostenere.
Oggi vogliamo fare luce su questo argomento e cercare di aiutarti ad affrontare un’eventuale estrazione dentale nel migliore dei modi possibili.

Togliersi un dente può essere la soluzione ideale a molteplici problematiche che interessano il cavo orale e di seguito vedremo quali sono le circostanze in cui il dentista deve optare per l’estrazione dentale.

Togliere un dente: in quali casi è la migliore soluzione al problema?

Come dicevamo poche righe fa, ci sono alcune situazioni in cui togliersi un dente è la migliore (se non l’unica) soluzione al problema. Di seguito, vediamo insieme quali sono le principali circostanze che porteranno il tuo dentista a decidere per l’estrazione dentale.

  1. Quando un dente è gravemente danneggiato dalla piorrea
  2. Quando un dente è compromesso irrimediabilmente da una carie
  3. A causa di un trauma che abbia provocato la rottura di un dente

Queste sono le tre principali situazioni che portano all’estrazione dentale; un altro discorso va fatto, invece, per l’estrazione molare soprattutto quando si parla del terzo molare, ossia del dente del giudizio.

Ad esempio, quando il dente del giudizio si presenta incluso nella gengiva in modo parziale o totale, l’estrazione è inevitabile per scongiurare la formazione di ascessi dentali e infezioni.

Allo stesso modo, l’estrazione del dente del giudizio è necessaria per evitare un affollamento tra i denti quando il palato si presenta particolarmente stretto e manca lo spazio per la sua fuoriuscita.

Un altro caso in cui togliere un dente del giudizio è un’operazione necessaria è quando il paziente deve mettere l’apparecchio ortodontico. Devi sapere che la spinta esercitata dai denti del giudizio può essere d’impatto sugli altri denti, quindi potrebbe contrastare la spinta dell’apparecchio, rendendo inefficace il suo lavoro.

L’estrazione del dente del giudizio è, infine, inevitabile quando il dente si presenta cariato: questi molari non hanno utilità ai fini della masticazione quindi, che senso avrebbe investire tempo e denaro nella loro cura?

Se questi sono i casi principali che portano all’estrazione di un dente o di un dente del giudizio, un altro argomento interessante riguarda il prezzo dell’estrazione dentale.

Quanto costa togliere un dente?

Siamo sicuri che, appena saputo di dover affrontare un’estrazione dentale, la prima cosa che hai fatto è stato domandarti quanto costa togliere un dente.
Questa domanda non ha una risposta universale perché il prezzo dell’estrazione si stabilisce solo dopo aver analizzato la situazione del paziente.

Ti facciamo qualche esempio: un’estrazione dentale semplice avrà un costo compreso tra i 75 euro e i 100 euro ma il costo di un’estrazione più complessa, di tipo chirurgico, potrà variare tra i 100 euro e i 250 euro.

Invece, parlando di denti del giudizio, la loro estrazione può essere davvero molto complicata per il professionista e il costo può arrivare anche a 400 euro.

Queste, ovviamente, sono solo delle indicazioni generali. L’unico modo per conoscere il costo della tua estrazione dentale è quello di parlare con il tuo dentista di fiducia.

Togliere un dente fa male?

Dopo aver elaborato le informazioni sulla fascia di prezzo dell’estrazione dentale di solito, la preoccupazione seguente riguarda il dolore.

Anche in questo caso molto dipende dal tipo di estrazione, semplice o complessa. Tuttavia, grazie all’anestesia locale, durante l’estrazione è probabile che non sentirai alcun fastidio.

Per quanto riguarda, invece, il post estrazione dentale, sarà il tuo medico a consigliarti se ricorrere ad antidolorifici che possano alleviare i fastidi iniziali che, comunque, svaniranno in breve tempo.

Riguardo ai comportamenti da adottare nelle ore e nei giorni seguenti, quello che ti raccomandiamo è di seguire alla lettera le prescrizioni del tuo dentista in merito a cibi, bevande e abitudini da evitare.

Prenota ora il tuo appuntamento con i professionisti del nostro studio dentistico DentistArt

È molto che non ti rechi dal dentista e vorresti fare un controllo generale?
Non possiedi un dentista di riferimento? Sospetti qualche problema nel tuo cavo orale? Prenota ora la tua visita nel nostro studio!

I professionisti del nostro studio dentistico si occupano della salute e della bellezza dei denti a 360° e potranno aiutarti qualunque sia la tua esigenza.

Chiamaci al numero  3518165875 e prendi subito il tuo appuntamento.
Siamo a Roma in Viale Leonardo Da Vinci 175-177 e siamo aperti dal Lunedì al Venerdì con orario continuato dalle 10 alle 19!

dente del giudizio cariato

Dente del giudizio cariato: come agire?

I denti del giudizio sono spesso sinonimo di sofferenza e, in condizioni normali, la migliore strada da intraprendere può essere l’estrazione.
Tuttavia possono presentarsi situazioni particolari come quella di un dente del giudizio cariato e in questo caso bisogna capire se sia meglio curarlo oppure procedere all’estrazione dello stesso.

Ma come accorgersi tempestivamente che un dente del giudizio è cariato? Vediamo di seguito quali sono i sintomi e le cause della carie dente del giudizio.

Dente del giudizio cariato: sintomi e cause

La carie è un evento patologico che può interessare tutti i denti, anche quelli del giudizio, e che può addirittura presentarsi come carie interdentale, ossia formarsi tra due denti.

In questo articolo ci concentreremo, però, sulla carie dente del giudizio.

Nei tempi antichi i denti del giudizio erano di primaria importanza dato che, insieme agli altri molari, permettevano agli uomini di primitivi di mangiare il cibo nell’unico modo allora possibile, ossia crudo. La mascella degli uomini primitivi era molto più ampia rispetto a quella che conosciamo oggi e c’è la probabilità che, oltre agli ottavi molari, gli uomini del passato ne avessero anche un nono, poi scomparso con l’evoluzione della specie.

Con la scoperta del fuoco la funzione del denti del giudizio è svanita e, ad oggi, possiamo definirli inutili ai fini della masticazione dell’uomo anche se  la loro comparsa, che avviene tra i 18 e i 30 anni, può risultare ancora molto fastidiosa per alcuni a causa dell’infiammazione gengivale che essi causano.

Se i denti del giudizio riescono a fuoriuscire dalle gengive senza particolari problemi (a volte possono rimanere inclusi, parzialmente inclusi o presentarsi orizzontali) può accadere che questi vengano affetti da carie.

Proprio così: la carie dente del giudizio è un fenomeno abbastanza comune e di solito causa infiammazione e dolore.

Nella maggior parte dei casi, la soluzione adottata dal professionista è l’estrazione: come abbiamo spiegato qualche riga fa, l’utilità degli ottavi  morali è praticamente pari a zero quindi, ha più senso estrarre un dente del giudizio cariato che ricorrere a devitalizzazioni e otturazioni, operazioni complesse per quanto riguarda questi denti.

Ma quali sono le cause della carie dente del giudizio? Dipende: le cause possono essere molte e di diversa natura.

Una delle principali cause del dente giudizio cariato è sicuramente una scarsa o errata igiene orale quotidiana, soprattutto perché i denti del giudizio possono essere difficili da raggiungere con lo spazzolino manuale, soprattutto in quei pazienti che possiedono un palato più stretto: in questo caso potrebbe essere molto utile optare per l’utilizzo dello spazzolino elettrico.

Al fianco dell’igiene orale quotidiana dev’esserci anche una particolare attenzione alla pulizia profonda che solo un’igienista dentale può effettuare e che deve essere eseguita secondo le indicazioni del tuo dentista di fiducia, al fine di evitare l’accumularsi di placca sui denti.

Molta attenzione va posta anche sull’alimentazione in quanto, un consumo eccessivo di zuccheri ha la capacità di alterare la naturale flora batterica del cavo orale e questo fenomeno favorisce la formazione di carie.

Oltre a queste situazioni scatenanti esistono anche cause di altra natura che possono portare all’insorgere di carie dente del giudizio e che non dipendono dalle nostre abitudini.

Tra queste ricoprono un ruolo decisivo l’acidità della saliva e alcune caratteristiche dei denti, specialmente quelle che riguardano la loro struttura.

Perché è importante agire tempestivamente su una carie dente del giudizio

Come abbiamo visto, sotto la voce “dente del giudizio cariato sintomi” troveremo sicuramente dolore e infiammazione mentre ci sarà molta più variazione per quanto riguarda le possibili cause.

Tuttavia, la cosa più importante è monitorare i propri denti e agire subito qualora ci sia il sospetto di una carie.

Infatti, inizialmente la carie dente del giudizio sarà superficiale ma, se trascurata, potrebbe arrivare ad infettare la polpa con complicazioni da un punto di vista operativo e con aumento del dolore provato dal paziente.

In virtù di questo è davvero importante sottoporsi a controlli periodici soprattutto laddove ci si accorga di un fastidio insolito; allo stesso modo è fondamentale effettuare la pulizia dentale una o due volte l’anno (o secondo l’indicazione del tuo dentista di fiducia) e praticare un’igiene orale quotidiana attenta e scrupolosa.

Sicuramente con un intervento tempestivo anche la risoluzione del problema sarà più semplice e l’eventuale estrazione avverrà con facilità.

Se pensi di avere un dente del giudizio cariato prenota subito una visita di controllo: puoi farlo subito, chiamando il nostro studio dentistico DentistArt al numero 06 4550 2180. Ti aspettiamo!

Denti Larghi Davanti

Denti larghi davanti: cause e rimedi del diastema

Il diastema è uno spazio che si presenta tra due denti vicini tra loro e di solito interessa gli incisivi superiori. Avere i denti larghi davanti è molto spesso vissuto come un segnale distintivo che rende il sorriso più interessante e attraente.
Tuttavia, non tutti la vivono allo stesso modo, soprattutto in quei casi in cui lo spazio tra i denti davanti è molto pronunciato.

Esistono ovviamente dei rimedi al diastema ma prima cerchiamo di comprendere quali sono le possibili cause della formazione di questo spazio tra due denti contigui.

Denti larghi davanti: quali sono le cause?

Uno spazio tra i denti davanti può formarsi come conseguenza di alcune situazioni, come:

  • Dimensioni insolite dei denti
  • Una deglutizione atipica che comporta un’eccessiva inclinazione degli incisivi e, di conseguenza, la formazione di spazi interdentali accentuati
  • Un rapporto non armonico tra gli elementi dentali e le strutture ossee, in termini tecnici “disarmonia dento-basale”
  • La presenza di un frenulo gengivale più spesso del solito e/o con un’attaccatura troppo bassa che impedisce l’avvicinamento spontaneo tra gli incisivi superiori
  • La suzione del pollice, soprattutto quando troppo prolungata nel tempo

Come vedi le cause della formazione di un diastema possono essere molteplici ma non c’è di che allarmarsi poiché ci sono molte soluzioni a tua disposizione.

Come correggere i denti larghi davanti

Hai già cercato in rete “denti larghi rimedi”? Siamo sicuri di sì!
E siamo altrettanto certi che avrai trovato diverse scuole di pensiero e molteplici proposte di rimedio.
Oggi vogliamo aiutarti a comprendere tutte le soluzioni che hai a disposizione per correggere lo spazio tra i denti davanti.

Iniziamo con le faccette dentali: le faccette dentali rappresentano la soluzione a svariati problemi tra cui il diastema. Infatti, tramite queste si può procedere con un trattamento di tipo riempitivo per andare a risolvere lo spazio tra i denti davanti. Infatti, attraverso l’applicazione di una sottile faccetta in ceramica sulla superficie esterna dei denti, questi sembreranno più grandi e annulleranno la percezione di avere i denti larghi davanti.

Una seconda e validissima soluzione consiste nell’ortodonzia. Il paziente potrà scegliere se optare per un trattamento ortodontico fisso o mobile oppure scegliere di utilizzare le mascherine invisibili. In tutti questi casi, la risoluzione del diastema avverrà tramite un allineamento dei denti per il quale lo spazio tra i denti scomparirà

Se i denti larghi davanti dipendono dalla dimensione e/o dalla posizione del frenulo, in questo caso il dentista potrebbe suggerire di procedere con la frenulectomia, un piccolo intervento che prevede il taglio e la ricollocazione del frenulo con risoluzione del diastema.

Infine, nei casi più gravi in cui i denti interessati da diastema siano anche compromessi da carie grave, il professionista potrà comunque risolvere la situazione procedendo con la devitalizzazione (e la ricostruzione dei denti) oppure con gli impianti dentali.

Spazio tra i denti davanti nella dentatura decidua: come comportarsi?

Abbiamo precedentemente accennato al fatto che la suzione del pollice possa portare alla formazione del diastema anche nei denti dei bambini, quando la dentatura è ancora decidua.

Non c’è molto di cui preoccuparsi dato che, nella maggior parte dei casi, lo spazio tra i denti davanti tende a svanire con l’apparizione della dentatura permanente poiché l’eruzione dei canini quasi sempre comporta un avvicinamento tra gli incisivi sufficiente ad annullare lo spazio di troppo.

Tuttavia, esistono alcuni casi in cui il diastema presente nella dentatura da latte persiste anche in quella definitiva. Sebbene questo spazio eccessivo tra gli incisivi raramente possa avere implicazioni funzionali, esso può rappresentare un disagio dal punto di vista estetico.

Per questo consigliamo sempre di intervenire velocemente seguendo il consiglio del dentista di fiducia

Prenota il tuo appuntamento da DentistArt

Nel nostro studio dentistico a Roma ci occupiamo spesso di risolvere diastemi sia negli adulti, sia nei bambini.
Se è vero che lo spazio tra i denti davanti può essere un elemento distintivo è altrettanto vero che, quando molto pronunciato, può creare un disagio non indifferente.

Fortunatamente, le strade percorribili per risolvere questo inestetismo sono molte e, con il nostro aiuto, sarà semplice trovare la soluzione migliore per te o per il tuo bambino.
Prenota subito la tua visita presso il nostro studio: chiama il numero 3518165875oppure compila questo modulo contatti.

Ti aspettiamo!

Quanto costa devitalizzare un dente

Quanto costa devitalizzare un dente? Prezzi e informazioni utili sulla devitalizzazione

La devitalizzazione di un dente è un intervento molto comune e rientra in quella che chiamiamo “odontoiatria conservativa”, ossia la branca dell’odontoiatria che attua azioni volte al mantenimento della dentatura originale dei pazienti. Ma quanto costa devitalizzare un dente?

Nel seguente articolo proveremo a dare una risposta a questa domanda anche se, più che una risposta definitiva, si tratterà di un’indicazione generale. Infatti, ribadiamo sempre che parlare di prezzi prestabiliti in riferimento a pratiche odontoiatriche non è possibile poiché ci sono in gioco moltissime variabili specifiche per ogni paziente.

Come si devitalizza un dente?

Prima di parlare di quanto costa devitalizzare un dente, concentriamoci un attimo su che cos’è la devitalizzazione (o cura canalare), quando serve e come viene effettuata.

La cura canalare è necessaria quando è in corso un’infezione importante su un dente che ne abbia compromesso l’endodonto arrivando fino alla polpa dentaria: in questi casi, per scongiurare l’estrazione e quindi la perdita del dente, si procede con la devitalizzazione.

Quali sono i passaggi fondamentali di questa operazione che trasformano il dente infetto in un dente devitalizzato?

Per prima cosa, il dentista provvederà a isolare il dente infetto da operare con l’aiuto di uno strumento specifico, la diga.

In seguito, dovrà capire come accedere alla camera pulpare: infatti, il professionista in questo caso potrebbe accedere direttamente tramite la corona oppure, in caso di impedimenti quali la presenza di un perno, potrebbe essere obbligato ad accedere operando un lembo chirurgico.

Dopo aver effettuato l’accesso alla camera pulpare, il dentista dovrà misurare la lunghezza dei canali (attraverso la radiografia e altri strumenti specifici) per asportare la polpa infetta.

Una volta rimossa la polpa dentaria compromessa, l’intervento si concluderà con la disinfezione dei canali e con un’otturazione provvisoria fino alla ricostruzione della corona.

In linea generale, tutti gli interventi di devitalizzazione si svolgono in questo modo.

La cura canalare è dolorosa?

Questo è un aspetto che preoccupa molti dei pazienti che devono sottoporsi a una devitalizzazione: tuttavia, non c’è molto di cui preoccuparsi.

La devitalizzazione di un dente avviene con l’aiuto dell’anestesia locale, quindi non si percepisce alcun dolore durante l’intervento.

Per quanto riguarda il dolore dopo devitalizzazione, anche in questo caso si tratta di un fenomeno non così ovvio e che comunque si può attenuare con l’utilizzo di un antidolorifico consigliato dal medico curante o dal dentista stesso.

Cura canalare: i costi

Quindi, quanto costa devitalizzare un dente? Dipende.

Ad esempio, se il dente interessato è un incisivo, il prezzo della devitalizzazione potrà aggirarsi attorno ai 100 euro mentre, se si tratta di molari, il prezzo può salire fino a 350 euro.

Come diciamo sempre, queste sono solo indicazioni e l’unico modo per ottenere un preventivo corretto per la tua devitalizzazione è quello di prenotare un controllo in uno studio dentistico.

Prenota ora la tua visita odontoiatrica con DentistArt

La cura per i denti è fondamentale per la loro preservazione e nel nostro studio i professionisti dell’odontoiatria conservativa lo sanno bene.

Tutti gli interventi di odontoiatria conservativa hanno l’obiettivo di aiutarti a mantenere i tuoi denti sani e a non rischiare di perderli!

Se sospetti un’infezione profonda, presenti un dolore persistente su uno o più denti o semplicemente è molto tempo che non effettui una visita di controllo, puoi prenotarla subito nel nostro studio dentistico DentistArt!

Per prenotare la tua visita di controllo puoi chiamarci al numero 06 455 021 80 oppure compilare questo modulo contatti.

Siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario continuato dalle 10 alle 19: ti aspettiamo!

implantologo roma

Implantologo Roma: dove rivolgerti per i tuoi impianti dentali

L’implantologia dentale è una branca dell’odontoiatria che ha come scopo quello di sostituire uno o più elementi dentali mancanti attraverso degli impianti osteointegrati.

Questi ultimi fungeranno da sostegno per il nuovo elemento dentale o anche per intere protesi.

Grazie all’implantologia dentale il professionista ha la possibilità di ripristinare esteticamente e funzionalmente il dente o i denti persi. Lo svolgimento di un intervento di implantologia prevede l’inserimento dell’impianto all’interno della mandibola o della mascella, a seconda del tipo di operazione che il professionista ritiene più idoneo. Dopo questa prima fase, si lascerà trascorrere un lasso di tempo che si aggira attorno ai tre mesi nel caso di impianto inserito nella mandibola e tra i 4 e i 6 mesi quando l’impianto è nella mascella.

Gli interventi di implantologia dentale non sono tra i più semplici da eseguire, per questo ti consigliamo fortemente di affidarti solo a veri professionisti.

Cercare e trovare un implantologo Roma non sarà difficile ma sarai tu a doverti assicurare che si tratti di un professionista a cui affidare la cura dei tuoi denti.

Sebbene l’implantologia non abbia dei costi contenuti, ti consigliamo di non perderti d’animo e di non cercare un dentista economico Roma poiché rischieresti di compromettere la salute dei tuoi denti a fronte di una spesa inferiore rispetto alla media.

Tutti i vantaggi dell’implantologia dentale

Il primo e il più importante beneficio che il paziente riceverà grazie all’impianto dentale è la possibilità di ripristinare alla perfezione il dente o i denti mancanti, a livello sia estetico che funzionale. Questo è impagabile poiché il paziente potrà tornare a sorridere senza notare alcuna differenza rispetto ai suoi denti originari.

Un altro aspetto molto positivo riguarda la durata nel tempo degli impianti. Se è vero che i prezzi implantologia non sono proprio economici, è ancor più vero che la loro durata spesso è a vita. Quindi, una volta concluso il tuo intervento di implantologia dentale, non dovrai più preoccuparti di nulla.

Infine, un terzo vantaggio dell’implantologia è a proposito della sua percentuale di riuscita che è pari al 95%. Questo dipende molto anche dal paziente, dal generale stato di salute del suo cavo orale ed è strettamente legato all’igiene.

Sebbene gli impianti dentali presentino molti aspetti positivi, in questa sede è giusto citare anche eventuali rischi o effetti indesiderati anche se non c’è nulla di cui preoccuparsi. Infatti, tra i principali effetti indesiderati successivi all’operazione di implantologia citiamo:

  • Sanguinamento temporaneo post-operatorio
  • Gonfiore temporaneo
  • Alterazioni sensitive transitorie come formicolio gengivale

Per quanto riguarda il rischio di insuccesso, questo è molto basso e strettamente legato sia allo stato di salute generale del paziente, sia alle modalità con cui il professionista effettua l’operazione. Ciò significa che, ad esempio, la mancata osservanza dei protocolli internazionali di sterilità potrebbe causare il fallimento dell’intervento e questo sarebbe un errore del professionista.

Laddove l’implantologo segue alla lettera le norme vigenti e utilizza materiali biocompatibili, il rischio di insuccesso dell’impianto dentale è molto vicino allo zero.

Quali sono i prezzi implantologia dentale?

Il prezzo dell’implantologia dentale è molto variabile e, come diciamo sempre, l’unico modo per stabilire il prezzo per tutto ciò che riguarda la salute dentale è fare un’analisi scrupolosa della situazione del paziente.

Ciò non significa che non possiamo fornirti delle indicazioni generali sui prezzi degli impianti dentali ma vuol dire che non dovrai considerare questi prezzi come dei costi universalmente validi per tutti ma solo come delle indicazioni generiche.

E quindi, in generale, possiamo dire che l’impianto per un dente, comprensivo di corona, avrà un costo che varia tra i 1.500 euro e i 3.000 euro mentre, un intervento di implantologia che coinvolge l’intera arcata dentale sarà compreso tra i 5.000 euro e i 30.000 euro.

Come vedi, sono prezzi molto variabili poiché dipendono dalle caratteristiche specifiche del singolo paziente.

Ti aspettiamo nel nostro studio dentistico a Roma

Nel nostro studio dentistico DentistArt ci occupiamo di implantologia dentale, grazie a dei grandi professionisti che collaborano con noi.

Se hai il desiderio di tornare a sorridere come un tempo, l’implantologia dentale potrebbe essere la soluzione ideale per te.

Puoi scoprirlo solo prenotando la tua prima visita con noi: chiamaci al numero 06 4550 2180 oppure invia una e-mail all’indirizzo: info@dentistart.it

Siamo in Viale Leonardo Da Vinci, 175-177: ti aspettiamo!

morso aperto

Come correggere il morso aperto in bambini e adulti

Con l’espressione “morso aperto” si vuole intendere una malocclusione dentale che porta a un mancato contatto tra i denti, ostacolando una chiusura corretta della bocca. Si tratta di un fenomeno abbastanza comune in bambini e adulti.
Le cause di questa malocclusione possono essere molteplici: ad esempio, nel caso di morso aperto bambini, questo è molto spesso causato da abitudini sbagliate, come la suzione del pollice o l’uso del ciuccio eccessivamente prolungato nel tempo.
Le conseguenze del morso aperto possono influire negativamente anche sulla deglutizione e sulla postura, per questo è fondamentale intervenire tempestivamente per correggerlo.

Questo tipo di malocclusione può manifestarsi in tre modi:

  1. Morso aperto anteriore: interessa i denti davanti. In questo caso sono gli incisivi a non sovrapporsi correttamente.
  2. Morso aperto posteriore: questa malocclusione coinvolge, invece, i denti posteriori.
  3. Morso aperto laterale: in questo caso sono i denti della parte sinistra o di quella destra a mostrare la malocclusione.

Mancato intervento sul morso aperto: le conseguenze

In quanto a “morso aperto conseguenze” è bene comprendere che questa malocclusione, quando non curata, può causare problematiche che vanno ben oltre il cavo orale e che, soprattutto, possono essere ben più gravi di un difetto puramente estetico.
Ecco perché si mostra essenziale un intervento immediato.
Ma quali sono, nello specifico, le conseguenze del morso aperto?

  1. Scorretta deglutizione con conseguenti problemi della masticazione
  2. Problemi posturali con fastidio a livello lombare
  3. Problemi fonetici e di linguaggio che, nei casi più acuti, possono richiedere l’intervento di un logopedista

Ortodonzia per correggere il morso aperto

Finora abbiamo cercato di sottolineare il fatto che, nel caso di morso aperto, un intervento rapido può davvero fare la differenza ed evitare la formazione di ulteriori difficoltà per il paziente.
Ora è il momento di capire quali sono i migliori interventi sul morso aperto bambini e adulti.

In tutti i casi, l’ortodonzia è la risposta e l’unica che può ripristinare una dentatura afflitta da questa malocclusione. Ovviamente, per scegliere quale terapia seguire è necessario avere un’idea chiara della situazione del paziente in modo da intraprendere il percorso migliore, scegliendo tra: apparecchio fisso, apparecchio mobile e ortodonzia invisibile.

È importante sapere che l’ortodonzia non è riservata solo ai bambini ma funziona alla perfezione anche sugli adulti anche se, ovviamente, può richiedere uno sforzo maggiore in termini di tempo.

La difficoltà maggiore per un adulto non è quindi quella di riuscire ad ottenere una correzione di questa malocclusione bensì quella di dover accettare di portare un apparecchio ortodontico visibile in età adulta. È comprensibile che questo possa rappresentare un disagio nella vita quotidiana del paziente, perciò negli ultimi anni abbiamo assistito a una grande diffusione dell’ortodonzia invisibile. Grazie a questi apparecchi ortodontici che non richiedono l’applicazione di attacchi e fili evidenti, molti più adulti sono riusciti a correggere il morso aperto. Difatti la terapia ortodontica invisibile conferisce gli stessi risultati dell’ortodonzia tradizionale ma con molta più discrezione, adattandosi alle esigenze di un adulto.

L’ortodonzia invisibile funziona tramite l’utilizzo di mascherine trasparenti che il paziente dovrà indossare per la maggior parte della sua giornata, avendo però la possibilità di rimuoverle durante i pasti o nel caso di un evento o di un appuntamento importante. Oltre alla discrezione, queste presentano un altro grande vantaggio rispetto all’ortodonzia classica perché permettono al paziente di praticare un’igiene quotidiana completa senza alcuna difficoltà. La terapia si svolge con l’utilizzo di diverse mascherine che vengono sostituite, di solito, ogni 15 giorni.

Ortodonzia invisibile: la soluzione al tuo morso aperto

L’ortodonzia invisibile rappresenta un’eccellente soluzione per la correzione del morso aperto negli adulti; tuttavia, di solito non consigliamo questa opzione nei bambini e nei ragazzi in quanto richiede molta disciplina da parte del paziente che s’impegna a indossare la mascherina per un periodo giornaliero che si aggira attorno alle 21-22 ore. Quindi, anche il paziente è complice del risultato finale e pensiamo che questa responsabilità sia da riservare a un adulto.

In ogni caso, nostro studio dentistico DentistArt sapremo consigliarti la soluzione ideale per la risoluzione del tuo problema, considerando sia l’entità e il tipo della malocclusione, sia le tue esigenze.

Prenota ora la tua visita: chiama il numero 06 455 021 80 oppure compila questo modulo per essere ricontattato.

A presto!

Call Now Button